Accordo BRExit Ue-Regno Unito: alcune note

Accordo BRExit Ue-Regno Unito: alcune note

E’ di grande rilievo l’accordo commerciale raggiunto alla vigilia di Natale tra Unione Europea e Regno Unito, atteso con grande trepidazione da molte aziende italiane.
Il Regno Unito è infatti un partner commerciale importantissimo per il nostro Paese, rappresentando infatti il quinto mercato mondiale per il nostro export.

Risultato principale del nuovo accordo è il venir meno di dazi e contingenti sugli scambi commerciali tra Unione Europea e Regno Unito.
Cambia anche il regime di immigrazione nel paese britannico, con l’abolizione del visto per lavori di breve durata.

Accordo Brexit Europa UK-Europa

Vi sono tuttavia aspetti problematici che rimangono aperti, primo fra tutti la questione della corretta origine delle merci che resta requisito imprescindibile per l’applicazione del dazio zero.
Si passa dal regime di cessione intracomunitaria a quello di esportazione per cui occorre rivedere completamente la modulistica: importante in questo senso sarà il supporto dell’ Agenzia delle Dogane, che ha fortemente potenziato le sue attività anche di consulenza sul territorio, anche presso lo stabilimento. Gli elementi per conoscere l’origine si trovano nell’allegato all’ accordo.

Brexit non è solo un problema ma anche un’opportunità

importanti spazi si aprono alle imprese italiane, in particolare nei settori dell’e-commerce, auto motive, sanitario, energie rinnovabile e nelle start up.